MOMENDOL compresse rivestite

220 mg compresse rivestite

220 mg compresse rivestite

Come si presenta

MOMENDOL 220 mg si presenta sotto forma di compresse rivestite con film.

  • Momendol

    12 compresse rivestite

  • Momendol

    24 compresse rivestite

Che cos'è?

MOMENDOL appartiene alla classe degli analgesici-antinfiammatori- antireumatici non steroidei, medicinali cioè che combattono il dolore, l’infiammazione,  la febbre e sono utili nel trattamento sintomatico delle patologie reumatiche.

Leggi il foglio illustrativo.

Perché si usa?

Momendol si usa per il trattamento sintomatico di breve durata dei dolori  lievi e moderati quali dolore muscolare ed articolare (ad es: mal di schiena, torcicollo), mal di testa, mal di denti e dolore mestruale. Momendol può essere utilizzato anche per il trattamento della febbre.

Leggi il foglio illustrativo.

Come si usa?

Quanto: Adulti ed  adolescenti sopra i 16 anni: 1 compressa rivestita con film ogni 8-12 ore.
Per quanto tempo: Non usare per più di 7 giorni per il dolore e per più di 3 giorni per febbre.
Come:  Deglutire la compressa intera.

Leggi il foglio illustrativo.

Approfondimenti

1. PRIMA DI PRENDERE MOMENDOL

Non prenda MOMENDOL

  • Se è allergico (ipersensibile) al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico.
  • Se presenta manifestazioni allergiche, quali asma, orticaria, rinite, polipi nasali, angioedema, e reazioni allergiche indotte da acido acetilsalicilico, analgesici, farmaci antinfiammatori e/o antireumatici.

Leggi il foglio illustrativo

2. COME PRENDERE MOMENDOL

Istruzioni per un uso corretto del medicinale Prenda sempre MOMENDOL seguendo esattamente le istruzioni del medico. Se ha dubbi deve consultare il medico o il farmacista. La dose abituale è:
Adulti ed adolescenti sopra i 16 anni: 1 compressa rivestita con film ogni 8-12 ore.
Se necessario, un migliore effetto può essere ottenuto iniziando, il primo giorno, con 2 compresse rivestite con film seguite da 1 compressa rivestita con film dopo 8-12 ore.
I pazienti anziani e i pazienti con insufficienza renale lieve o moderata non dovrebbero superare le 2 compresse rivestite con film nelle 24 ore.

Leggi il foglio illustrativo

3. POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

Come tutti medicinali, MOMENDOL può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.
Gli effetti indesiderati osservati più comunemente sono di natura gastrointestinale.
Come altri analgesici - antinfiammatori, antireumatici non steroidei, (FANS), il naprossene può indurre i seguenti effetti indesiderati. Sono state utilizzate le seguenti scale di valori: molto comune (>1/10); comune (>1/100, < 1/10); non comune (> 1/1000, < 1/100); raro (> 1/10.000, < 1/1000); molto raro ( <1/10.000); non conosciuto (sulla base dei dati disponibili non è possibile calcolare la

Leggi il foglio illustrativo

4. COME CONSERVARE MOMENDOL

Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.
Non usi MOMENDOL dopo la data di scadenza che è riportata sul cartone. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese.
Conservare nella confezione originale per tenerla al riparo dalla luce e dall’umidità
. I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici.
Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

5. ALTRE INFORMAZIONI

Cosa contiene MOMENDOL
Il principio attivo è naprossene 200 mg (equivalente a naprossene sodico 220 mg). Gli eccipienti sono: Nucleo della compressa: lattosio monoidrato, amido di mais, cellulosa microcristallina, povidone (K25), carbossimetilamido sodico, silice colloidale anidra, magnesio stearato. Film-rivestimento: ipromellosa, macrogol 400, titanio diossido (E 171), talco.

Leggi il foglio illustrativo

MOMENDOL granulato

220 mg granulato

220 mg granulato

Come si presenta

MOMENDOL 220 mg si presenta sotto forma di granulato per soluzione orale in bustine.

  • Momendol

    12 bustine

Che cos'è?

MOMENDOL appartiene alla classe degli analgesici-antinfiammatori- antireumatici non steroidei, medicinali cioè che combattono il dolore, l’infiammazione,  la febbre e sono utili nel trattamento sintomatico delle patologie reumatiche.

Leggi il foglio illustrativo.

Perché si usa?

MOMENDOL si usa per il trattamento sintomatico di breve durata dei dolori  lievi e moderati quali dolore muscolare ed articolare (ad es: mal di schiena, torcicollo), mal di testa, mal di denti e dolore mestruale. Momendol può essere utilizzato anche per il trattamento della febbre.

Leggi il foglio illustrativo.

Come si usa?

Quanto: Adulti ed  adolescenti sopra i 16 anni: 1 bustina ogni 8-12 ore.
Quando e per quanto tempo: Assumere preferibilmente dopo un pasto. Non usare per più di 7 giorni per il dolore e per più di 3 giorni per febbre.
Come: Sciogliere la bustina in un bicchiere con acqua o altra bevanda.

Leggi il foglio illustrativo.

Approfondimenti

1. Quando non dev'essere usato
  • Ipersensibilità verso il principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti
  • Il naprossene è controindicato nei pazienti con manifestazioni allergiche quali asma, orticaria, rinite, polipi nasali, angioedema, e reazioni anafilattiche o anafilattoidi indotte da acido acetilsalicilico, analgesici, antinfiammatori non steroidei (FANS) e/o antireumatici, a causa della possibile sensibilità crociata.

Leggi il foglio illustrativo

2. Precauzioni per l'uso
  • Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l'uso della dose minima efficace per la durata di trattamento più breve possibile che occorre per controllare i sintomi.
  • Particolare cautela dev'essere adottata nel trattamento di pazienti ipertesi o con ridotta funzionalità cardiaca, o renale (i farmaci inibitori delle prostaglandine posso causare ritenzione di liquidi e insufficienza renale, specialmente nei pazienti con funzionalità renale ridotta).
  • La diuresi e la funzionalità renale dovrebbero essere ben monitorizzate, particolarmente negli anziani, nei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia cornica o con insufficienza renale cronica e nei pazienti in trattamento con diuretici, in seguito ad interventi chirurgici maggiori che comportano ipovolemia.

Leggi il foglio illustrativo

3. Quali medicinali o alimenti possono modificare l'effetto del medicinale

Informare il medico o il farmacista se si è recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, anche senza prescrizione medica.
Associazioni non consigliate:

  • La combinazione tra naprossene e litio dovrebbe essere evitata; quando necessaria, si consiglia uno stretto monitoraggio dei livelli plasmatici di litio e un aggiustamento del dosaggio.
  • Corticosteroidi e altri antinfiammatori non steroidei (FANS): aumento del rischio di ulcerazione o emorragia gastrointestinale (vedere "Precauzioni per l'uso").
  • Anticoagulanti: i FANS possono aumentare gli effetti anticoagulanti, come il warfarin (vedere "Precauzioni per l'uso")

Leggi il foglio illustrativo

4. è importante sapere che
  • Nei pazienti asmatici, il prodotto è generalemente controindicato.
  • Nel caso di precedenti effetti indesiderati correlati con l'assunzione di analgesici o antiartritici, il prodotto è generalmente controindicato.
  • Il naprossene inibisce l'aggregazione piastrinica e può prolungare il tempo di sanguinamento.

Leggi il foglio illustrativo

5. Note di educazione sanitaria

Esistono diverse tipologie di dolore che, con maggiore o minore frequenza, tutti ci troviamo ad affrontare nel corso della nostra vita di tutti i giorni: dolori muscolo-scheletrici, mal di testa, dolori mestruali, mal di denti etc.
Uno dei principali ambiti di utilizzo degli analgesici, antinfiammatori, antireumatici non steroidei di automedicazione è il trattamento dei dolori muscoli-scheletrici (non cornici) per i quali l'utilizzo di farmaci a dosaggi riservati alla prescrizione del medico comporterebbe un rapporto rischio/beneficio meno favorevole.

Leggi il foglio illustrativo.

6. Cosa fare se avete preso una dose eccessiva

Come segni di sovradosaggio posono verificarsi stati di torpore, bruciori di stomaco, diarrea, nausea, vomito, sonnolenza, aumento dei livelli ematici di sodio, acidosi metabolica, convulsioni.
Si raccomandano lo svuotamento dello stomaco e leabituali misure di supporto.
La pronta somministrazione di un'adeguata quantità di carbone attivo (il carbone attivo è un medicinale; chedetelo, se necessario, al famacista) può ridurre l'assorbimento del medicinale. In caso di assunzione accidentale di una dose eccessiva di Momendol avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale. Portate con voi questo foglietto illustrativo.
SE HA QUALCHE DUBBIO SULL'USO DI Momendol RIVOLGERSI AL MEDICO O AL FARMACISTA.

7. Effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, Momendol può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. Come altri analgesici - antinfiammatori, antireumatici non steroidei (FANS), il naprossene può indirre i seguenti effetti indesiderati.
Gastrointestinali: gli eventi avversi più comunemente osservati sono di natura gastrointestinale.

Leggi il foglio illustrativo.

8. Scadenza e Conservazione

Scadenza: vedere la data di scadenza riportata sulla confezione. Non utlizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini. E' importante avere sempre a disposizione le informazioni sul medicinale, pertanto conservare sia la scatola che il foglio illustrativo. I medicinali non devono essere getati nell'acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chiedere al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l'ambiente.

9. Composizione

Ogni bustina contiene: Principio attivo: naprossene 200 mg (corrispondente a naprossene sodico 220 mg). Eccipienti: saccarosio, potassio bicarbonato, mannitolo, aroma menta/liquerizia, aspartame, acesulfame K, polisorbato 20, emulsione di simeticone.

Momendol Gel

10% gel

10% gel

Come si presenta

MOMENDOL GEL si presenta sotto forma di gel trasparente, leggermente profumato.

  • Momendol

    10% gel

Che cos'è?

Momendol GEL appartiene alla classe degli analgesici-antinfiammatori non steroidei per uso topico.

Leggi il foglio illustrativo.

Perché si usa?

Momendol gel si usa per il trattamento locale dei dolori muscolari ed articolari, quali: dolore muscolare (mialgia), dolore in sede lombare, torcicollo, infiammazione di una borsa sinoviale in prossimità di un’articolazione od un tendine (borsite), infiammazione tendinea (tendinite), infiammazione della guaina sinoviale che circonda i tendini (tenosinovite), infiammazione dei tessuti attorno ad un’articolazione (periartrite), stiramenti muscolari, contusioni ed ematomi.

Leggi il foglio illustrativo.

Come si usa?

Quanto e come: Spalmi il Momendol gel nella sede del dolore 2 volte al giorno, massaggiando leggermente fino a completo assorbimento. 

Leggi il foglio illustrativo.

Approfondimenti

1. cosa deve sapere prima di usare momendol gel

Non usi MOMENDOL GEL

  • Se è allergico (ipersensibile) al principio attivo, ad uno qualsiasi degli eccipienti o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico.
  • Se presenta manifestazioni allergiche quali asma, orticaria, rinite, polipi nasali, angioedema, e reazioni allergiche indotte da acido acetilsalicilico e/o altri farmaci antinfiammatori non steroidei.

Leggi il foglio illustrativo

2. Possibili effetti indesiderati

Come tutti medicinali, MOMENDOL gel può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Con alcuni antinfiammatori non steroidei ad uso topico cutaneo sono state segnalate reazioni avverse a carico della pelle, quali arrossamento della pelle (eritema), prurito, irritazione, sensazione di calore o bruciore, eruzione cutanea nell’area della pelle sulla quale il gel è stato applicato (dermatite da contatto). Sono stati segnalati anche alcuni casi di formazione di vesciche (eruzioni bollose) di varia gravità.

A seguito di esposizione al sole, sono possibili reazioni di ipersensibilità (vedere “Faccia attenzione con Momendol Gel”).

Leggi il foglio illustrativo

3. Come conservare MOMENDOL GEL

Tenere questo medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Non usi MOMENDOL gel dopo la data di scadenza che è riportata sull’etichetta e sulla scatola (vedi Scad.). La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Questo medicinale non richiede alcuna temperatura particolare di conservazione.

Conservare nella confezione originale con il tappo chiuso per proteggere il medicinale dalla luce e dall'evaporazione.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

Leggi il foglio illustrativo

4. Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene MOMENDOL GEL

Il principio attivo è naprossene ad una concentrazione del 10% (1 g di prodotto contiene 100 mg di naprossene)

Gli altri componenti sono: alcool isopropilico, trolamina, glicerolo, idrossietilcellulosa, sodio idrossido, profumo contenente mentolo ed eucaliptolo, acqua depurata.

DESCRIZIONE DELL’ASPETTO DI MOMENDOL GEL E CONTENUTO DELLA CONFEZIONE

MOMENDOL gel si presenta sotto forma di un gel trasparente, omogeneo, da incolore a leggermente giallo, leggermente profumato. Ogni confezione contiene un tubo di gel da 50 g.

Leggi il foglio illustrativo